Dove sei:
03/02/2012

Vèstiti trasparente

"Vèstiti trasparente" nasce dall'esigenza di orientare i cittadini verso un approccio informato e consapevole al settore tessile e ai suoi prodotti. Sono ancora pochi, infatti, i consumatori che al momento dell'acquisto di un capo consultano l'etichetta di composizione, o quelli che conoscono i marchi di qualità o le normative che ne regolano l'etichettatura.

A ciò si aggiunga la scarsa informazione dei cittadini sui prodotti tessili low cost importati da Paesi Extra UE in cui, a differenza della Comunità europea, il divieto di utilizzare nel processo produttivo sostanze chimiche potenzialmente pericolose non è così stringente. Da sottolineare, inoltre, che la persistenza di alcune sostanze chimiche sui prodotti finiti può causare diverse patologie come ad esempio le dermatiti allergiche da contatto, che in Italia interessano incirca il 4% della popolazione (fonte Ministero della Salute - 2006).

"Vèstiti trasparente" vuole anche richiamare l'attenzione sui temi dell'etica e della tutela ambientale: è purtroppo noto che alcuni distretti produttivi del sud-est del mondo, si caratterizzano per l'impiego di lavoro minorile o sottopagato e la scarsa attenzione alla tutela dei lavoratori e dell'ambiente.

Parallelamente all'attività di informazione, le associazioni partner del progetto hanno avviato la costituzione di un tavolo di lavoro con la Camera di Commercio di Milano, le associazioni, i consorzi e alcune aziende del settore tessile, con l'intento di confrontarsi sulle eventuali criticità come pure di far emergere le buone pratiche già in atto e formulare proposte di interventi comuni che possano migliorare la tutela e la consapevolezza dei consumatori.

Da queste pagine web, inoltre, è possibile scaricare un approfondimento scientifico sulle sostanze nocive che possono essere rilasciate dai tessuti, e un modulo di segnalazione - realizzato in collaborazione con l'Area Tutela del Mercato - Servizio accertamenti a tutela della fede pubblica della Camera di Commercio di Milano - con cui il consumatore può segnalare etichette anomale o scorrette.



 

La Gazzetta del Gusto Giusto
Vestiti Trasparente